Strategie di trading: il trading è un lavoro?

trading lavoro

Molte persone ci domandano se il trading possa essere considerato un lavoro, o se possa invece essere ascritto al novero degli hobby (per quanto, potenzialmente molto costosi!). Ebbene, la risposta non può che dipendere da voi: potenzialmente il trading è un vero e proprio lavoro, con i suoi precetti (moli essi, non scritti) e con i suoi pregi e difetti; potenzialmente può tuttavia essere anche una semplice passione, non finalizzata al prioritario bisogno di creare enormi profitti.

Al di là di quale sia la visione del trading e della strategia di trading correlata, è bene ricordare come quello del trader sia un lavoro autonomo a tutti gli effetti: l’investitore non ha infatti capi a cui sottomettersi, clienti o fornitori con i quali relazionarsi, intermediari da affrontare, imposizioni dall’alto. Dunque, è il trader a scegliere quanto investire e su cosa investire. Inoltre, non essendoci alcun prodotto da vendere o da produrre, le energie profuse dal trader non possono che concentrarsi sulla conoscenza della materia (principalmente, l’apprendimento dell’analisi tecnica e dell’analisi fondamentale) e sulla strategia di trading da realizzare.

In aggiunta a quanto sopra, si tenga conto che nel mestiere del trader non esiste il rischio di credito che invece molti imprenditori devono sopportare. In altri termini, il trader non corre il rischio che i prodotti venduti non siano ricompensati attraverso il pagamento del prezzo pattuito. Quanto sopra, per il trader, si traduce nella consapevolezza di poter contare, in qualsiasi momento, sulla sicurezza di una controparte solida, che potrà rendere liquide le proprie posizioni: pertanto, quando si richiederà la liquidazione di uno strumento finanziario, il suo corrispettivo sarà immediatamente (o quasi) accreditato.

Quanto sopra può certamente indurre tantissime persone a migrare al trading nella considerazione che si tratti di un vero e proprio lavoro. Tuttavia, il motivo principale che induce sempre più aspiranti trader a diventare tali è un altro: la possibilità di diventare ricchi – tanto ricchi! – in breve tempo. E non è certamente un caso che le pubblicità dei broker di opzioni binarie & co. puntino su questo aspetto per cercare di attirare a sè il maggior numero di utenti possibili.

Ma è davvero così? Come sanno tutti i nostri lettori, la verità è leggermente diversa, ma potenzialmente applicabile allo scenario di cui sopra. Il trading è infatti un lavoro e come tale richiede delle competenze specifiche e l’abilità di realizzare un’adeguata strategia di investimento. E, come ogni lavoro, è in grado di regalarci soddisfazioni incredibili!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *