Certificati Unicredit ed Opzioni binarie

certificati ed opzioni

In materia di investimenti,  occupiamoci dei certificati e vediamo di fare dei raffronti con le opzioni binarie. Non può certamente passare inosservato il lancio del Cash Collect di Unicredit sull’EuroStoxx Select Dividend 30 e di un Top Bonus sull’S&P Gsci Crude Oil Er, in aggiunta a un ulteriore Cash Collect sull’EuroStoxx 50. Ma come funzionano?

Cominciamo dalla nuova e attesa serie di Cash Collect certificates sull’indice EuroStoxx50. Al termine della fase di sottoscrizione il certificato è emesso a un prezzo iniziale di 100 euro, comprensivo di commissioni di strutturazione, di collocamento e di altri oneri relativi alla gestione del rischio di mercato per un totale del 3,75 per cento. Entro due mesi sarà invece fatta la richiesta di ammissione a quotazione sul segmento Cert-X di EuroTlx.

Lo strumento ha una scadenza di sette anni (la scadenza è fissata nel 31 marzo 2023), senza alcuna opzione di esercizio anticipato: per quanto intuibile, quando lo strumento verrà quotato su EuroTlx sarà comunque possibile negoziarlo in qualunque momento sul mercato secondario (ciò non toglie, comunque, che chi acquista questo strumento debba necessariamente avere un orizzonte temporale di impiego di ampio, ampissimo respiro).

Ancora, con cadenza annuale (24 marzo 2017, 23 marzo 2018, 25 marzo 2019, 24 marzo 2020, 24 marzo 2021, 24 marzo 2022 e anche alla data di valutazione finale del 24 marzo 2023) il certificato potrà pagare un Importo addizionale condizionato pari a 2,50 euro, da corrispondersi nelle sole date di valutazione in cui il sottostante farà segnare una performance non negativa rispetto al suo valore iniziale, che a sua volta sarà rilevato alla chiusura del 31 marzo. Dunque, ad ogni scadenza annuale, se l’indice EuroStoxx50 avrà una chiusura pari ad almeno lo strike, il certificato pagherà il premio previsto, mentre in caso contrario non sarà pagato alcun ammontare. A scadenza il rimborso del capitale iniziale sarà invece sempre garantito, indipendentemente dalla performance finale del sottostante.

In aggiunta a tale collocamento hanno fatto capolino anche un Cash Collect sull’indice EuroStoxx Select Dividend 30 e un Top Bonus sull’indice SeP Gsci Crude Oil ER. Il primo, il Cash Collect su EuroStoxx Select Dividend 30, è distribuito a un prezzo iniziale di 100 euro, comprensivo di commissioni di strutturazione, collocamento e altri oneri relativi alla gestione del rischio di mercato per un totale del 3,85 per cento. Per tale strumento verrà fatta richiesta di ammissione a quotazione sul segmento Cert-X di EuroTlx. La struttura è analoga a quella del certificato precedente.

Per quanto riguarda il Top Bonus su SeP Gsci Crude Oil ER, lo strumento è distribuito al prezzo iniziale di 100 euro, comprensivo di commissioni di strutturazione, collocamento e altri oneri relativi alla gestione del rischio di mercato per un totale del 2,85 per cento. Entro i prossimi due mesi sarà fatta richiesta di ammissione a quotazione sul segmento Cert-X di EuroTlx. Lo strumento è più semplice dei precedenti: ha una scadenza di un solo anno (7 aprile 2017) e prevede la possibilità di ottenere un rendimento lordo fisso del 9,5 per cento se il sottostante non perde oltre il 30 per cento dal suo valore iniziale.

Dunque, a scadenza potranno verificarsi due diversi scenari: con il primo, se il sottostante chiuderà a un livello pari o superiore alla barriera, posta al 70 per cento del suo valore iniziale, il certificato verrà liquidato al valore nominato oltre a bonus del 9,5 per cento; se il sottostante chiuderà invece al di sotto della barriera, il certificato parteciperà integralmente alla performance finale dell’indice di riferimento, incappando quindi in una perdita.

Andiamo adesso alle opzioni binarie: E’ possibile speculare sia sulle azioni, sugli indici, sulle valute ma anche sulle materie prime. Il rischio è quello di perdere tutto il capitale impiegato, ma nell’ipotesi di esito positivo dell’investimento si riuscirà ad ottenere un profitto del 70-80%. Il tipo di asset varia da opzioni ad opzioni e da broker a broker.

Che dire, decisamente maggiore dei certificati, anche se i rischi non sono gli stessi. Ma se i certificati sono acquistabili direttamente in banca, ed in particolare da Unicredit, le opzioni binarie si possono acquistare solo online attraverso un broker autorizzato come 24option.

Si tratta chiaramente di prodotti completamente differenti tra di loro, uno di tipo altamente speculatico, quali le opzioni binarie, l’altro di tipo investimento, quali i certificati. Quali sia meglio non si può dire, ciò che possiamo affermare con certezza è che le opzioni binarie offrono tanto ma richiedono impegno e rischio, mentre i certificati richiedono solo capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *